Festa del Papà

Voglio celebrare mio padre con le sue stesse parole. Nonostante il poco tempo trascorso insieme è riuscito a insegnarmi i suoi valori più importanti.

L’abnegazione nel sacrificare letteralmente se stesso per aiutare il prossimo. L’importanza dell’agire consapevole rispetto al semplice prodigarsi in parole, essendo stato un missionario laico. La responsabilità individuale che abbiamo verso il mondo e il bene collettivo. La necessità di equilibrio tra cultura tecnica e umanistica (su questo devo ancora lavorarci). L’integrazione tra popoli. L’importanza dell’informazione, dell’autoinformazione e dell’informatica, di cui mi ha trasmesso la passione.

Lettera di fine anni ’80 dal Camerun verso il Gruppo Missionario di Vigonovo e Tombelle:

Nella foto in intestazione, del 1993, mio papà ed io sul fiume Niger in direzione da Bamako verso Diré e Timbuctù.